mercoledì 5 gennaio 2011

Zuppa piccante di lenticchie e pane

zuppa piccante di lenticchie e pane


Dopo un bel San Silvestro, passato a cucinare e ... far cucinare, devo dire che abbiamo avanzato un po' di cosine.

Tra tutte, una valanga di lenticchie: del resto se faccio i miei conti e dico "Metti a bagno 200 gr di lenticchie", ma poi ne vengono messe a bagno 500 gr... qualcosa avanza.

A parte che adoro le lenticchie, e quindi in fondo non mi è davvero dispiaciuto averne avanzate, devo anche dire di averle fatte in questi giorni in diversi modi. Certo male non fanno, essendo un'ottima fonte di minerali (ferro e fosforo) e vitamine del gruppo B: insomma una bella botta di energia per fisico e mente.
Essendo poi ricche di fibre non possono che aiutare in questi giorni di... recupero post bagordi.

Tra le diverse preparazioni, questo mi è piaciuto molto. Innanzitutto la lenticchia qui domina il piatto, anche se a sostenerla è il sapore deciso dell'Harissa, una salsa nord africana davvero piccantissima e molto aromatica, a base di peperoncini e spezie.
Se amate il kebab, vi sarà capitato di sentirvi proporre salse più o meno piccanti; in genere hanno tutte una base di harissa.

Devo dire che così proposte sono state davvero una goduria, e mi hanno ricordato, con leggerezza, i sapori ed i colori magrebini e mediorentali.

Se poi alla zuppa aggiungiamo un pane come quello al farro integrale dell'agriturismo Le Valli... le manca solo la parola.

zuppa piccante di lenticchie e pane

Ingredienti
Per due persone
  • 200 gr di lenticchie di montagna bagnate
  • 2 fette di pane raffermo, possibilmente integrale
  • 1 cipolla media
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 1 punta di cucchiaino di Harissa
  • 100 gr di passata di pomodoro
  • 1/2 cucchiaino di origano secco
  • brodo vegetale
  • olio evo
  • sale
Preparazione
Affettate finemente la cipolla e mettetela ad appassire dolcemente in poco olio evo.
Dopo 3-5 minuti aggiungete l'harissa e l'aglio, fate insaporire quindi aggiungete la passata di pomodoro.
Fate asciugare sempre dolcemente quindi aggiungete le lenticchie e l'origano.
Dopo qualche minuto aggiungete del brodo vegetale e proseguite la cottura fino a quando le lenticchie inizieranno a rompersi.
A questo punto aggiungete anche il pane tagliato a cubettini piccoli, fategli assorbire il brodo ed ultimate la cottura mescolando con energia, fino ad addensare la zuppa.
Servite con fettine di pane tostato, e se volete contrastare il sapore intenso del piatto, con una cucchiaiata di crema fatta con ricotta lavorata con poco latte.

5 commenti:

  1. Blog di Cucina ed i cioccolatieri artigiani Fratelli Gardini ti invitano a partecipare al Contest “Cioccolato…che passione!”. C’è tempo ancora fino al 10 gennaio 2011!

    Clicca qui per maggiori info
    Aspettiamo la tua ricetta!

    RispondiElimina
  2. ... credo che stia dicendo, anzi sussurando che è buonissima e io ho già fame anche se sono le quattro del pomeriggio ^_^

    Felice anno nuovo a te efamiglia

    RispondiElimina
  3. @Letiziando: grazie letizia, ricambio con tantissimo piacere gli auguri.
    p.s.: magari non dovrei dirlo, ma è davvero buona buona... e mette fame anche a me, e son solo le 10 di mattina ;)

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia di zuppa: nutriente e riscaldante!!! complimenti per la ricetta e per il blog!

    RispondiElimina
  5. @Francesca: grazie per la ricetta e per il blog

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.