venerdì 8 gennaio 2010

Pizzoccheri

pizzoccheri

Con il freddo ci sono piatti che amo più degli altri. I pizzoccheri sono fra questi, ma hanno un posto speciale tra i miei preferiti.

Penso sia in parte dovuto al fatto che è uno dei primi piatti che ho scoperto quando sono uscito di casa; a dire il vero, quando ho preso casa per conto mio, ho scoperto una marea di piatti, di cucine più o meno esotiche, di tecniche.

Piuttosto ovvio, visto che fino ad allora non avevo mai potuto cucinare: "Combini un sacco di disastri" era l'idea di mia madre (nemmeno tanto sbagliata, in fondo).

Quindi cominciando a girare per i supermercati, una delle prime "novità" che ho scoperto sono stati i pizzoccheri, ed è stato subito amore.

Questa sera però l'idea era un'altra: dal macellaio avevo preso un bellissimo stinco di maiale (sarà uno dei prossimi post), ma poi il mal di testa mi ha impedito di mettermi a cucinare; quando mi sono ripreso ho visto mia moglie che stava preparando le verze, ed ho avuto un flash.

pizzoccheri

PIZZOCCHERI .... Mi è tornato a mente di avere un pacco di farina di grano saraceno, e così mi son lanciato. Devo dire che, oltre ad essere facili da preparare, sono stati decisamente più buoni di quelli che di solito acquisto: forse per la qualità della farina, o forse perchè ho regolato a piacere lo spessore della sfoglia.

Insomma vi consiglio questo piatto che oltre ad essere stagionale e gustoso, è anche molto veloce da preparare: tutto pronto in 35-40 minuti.

p.s.: non mi sono scordato di pubblicare le ricette di capodanno, le metterò nel prossimo post.


Ingredienti (per due persone)
  • 80 gr di farina di grano saraceno
  • 20 gr di farina di grano tenero 00
  • 1 tuorlo
  • sale
  • 1/4 di verza (di media grandezza)
  • 1 patata (grande)
  • 100 gr di formaggio fontina (io ho usato fontal)
  • 50 gr di burro
  • 1/2 cipolla piccola
  • 1 spicchio d'aglio
Preparazione
Mettere a bollire l'acqua salata.
Intanto mondare la verza delle foglie più esterne, eliminare il torsolo e le nervature più grosse, tagliarle a listoni.
Sbucciare la patata e tagliarla a dadini.
Aggiungere patata e verza all'acqua appena prende il bollore e far cuocere per 20 minuti.
Intanto mescolare le farine, fare la fontana ed aggiungere il tuorlo ed il sale. Impastare aggiungendo l'acqua necessaria ad ottenere un composto omogeneo. Lasciar riposare qualche minuto, quindi tirare una sfoglia abbastanza sottile da cui ricavare delle listarelle da 1x7 cm circa.
Tagliare la cipolla ad anelli e metterla a rosolare dolcemente con l'aglio nel burro. Appena inizia a colorare spegnere e mettere da parte.
Tagliare a fettine anche il formaggio e metterlo da parte.
Nel frattempo mettere a cuocere con le verze e le patate anche i pizzoccheri per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.
Scolare pizzoccheri e verdure e disporlo nei piatti facendo strati di pasta, formaggio e del burro aromatizzato.

Mangiare ben caldi.

19 commenti:

  1. Complimenti per ciò che produci quando hai mal di testa! Io non sarei andata oltre ad un piattino di pasta all'olio!

    RispondiElimina
  2. ce l'ho la farina di grano saraceno, magari ci provo!

    RispondiElimina
  3. Anche a me piacciono molto, ma non li ho mai preparati, visto che diceìi che sono facili e veloci quasi quasi domani dò fondo a quel rimasuglio di farina di grano saraceno che ho! Poi ti faccio sapere il risultato!

    RispondiElimina
  4. Adoro i pizzoccheri, ci vado matta. Bravissima Clementina

    RispondiElimina
  5. I pizzocheri! è una vita che non li mangio!... a dire la verità non li ho mai preparati, è un piatto che faceva spessimo mia mamma e che ora non mi prepara più perchè a mio marito non paice la verza :-(((...
    complimenti se io ho mal di testa non combino niente!
    Silvia

    RispondiElimina
  6. CHe bontà! Ma perché aggiungi 20 gr. di farina 00? Non posso farli solo con la farina ddi grano saraceno? oppure sostituire i 20 gr con la fecola. Perché tutte queste ddomande? perché ssono celiaca e qquei 20 gr non mi vaano giù o più che altro ai miei villi non vanno proprio giù! Che fare?

    RispondiElimina
  7. Barbara e furfecchia Grazie, ma in realtà il mal di testa mi era passato (io sono una larva con il mal di testa). Era tardi per fare qualcos'altro, ma come vedi c'è voluto poco per questo piatto.

    zucchero d'uva e Milla se provate fatemi sapere come vengono

    Clementina grazie mille.

    fantasie Accipicchia, amato ed odiato glutine. Mi piacciono le tue domande, ho amici e parenti con le stesse difficoltà, e sono uno stimolo a studiare e capire.
    Ho aggiunto i 20 gr di farina di grano leggendo una ricetta. Certamente l'idea è proprio di aggiungere un pochino di glutine che aiuti a legare l'impasto.
    Se però dovessi usare saraceno puro o mescolato ad amidi (come la fecola) secondo me basta non rendere lo spessore della pasta troppo sottile per evitare che si rompa, come consigliano in questo articolo sulla pasta all'uovo senza glutine.
    Da una veloce ricerca in internet ho trovato questo interessante studio dove si parla dell'uso della farina di riso glutinosa per legare le farine a base d'amido nelle paste.
    Non so se lo conosci (io non l'avevo mai sentito nominare): a dispetto del nome non contiene glutine, ma è molto legante, e per questo usata da millenni in oriente per fare dolci e spaghetti di riso.

    RispondiElimina
  8. fantasie Dimenticavo: se usi solo farine amidose (saraceno o saraceno+fecola), togli l'acqua ed usa invece del solo tuorlo l'uovo intero: l'albume è un legante che quindi potrà aiutarti a sfogliare meglio.

    RispondiElimina
  9. Bravissimo adoro i pizzoccheri; e tu li hai preparati anche se avevi mal di testa.
    Buon week-end Daniela.

    RispondiElimina
  10. complimenti!! un gran bel piatto!

    RispondiElimina
  11. Ottima idea!
    Piacciono troppo anceh a noi i pizzoccheri! Se fai un salto nel nostro blog, li abbiamo provati in una versione meno classica, anche se l'originale è impareggiabile!
    baci baci

    RispondiElimina
  12. Onestamente... non vado pazza per i pizzoccheri, ma questa ricettina... mi alletta... eccome!!!!
    Sono passata per ringraziarti di aver ritorccato il logo. Mi è piaciuto tantissimo........ tanto che ora ho appena lanciato il post per la scelta finale e mi sono vista costretta ad aggiungere anche il tuo perchè, prima di tutto è veramente bello e per seconda cosa, perchè non potevo fare a meno di farlo vedere. Ora ti tocca andare a votare... eccome se ti tocca, visto che c'è pure una tua creazione.
    Ultima cosa... se dovesse vincere il tuo, avrò bisogno del file originale in jpg per poterlo adattare al format del blog.
    Un abbraccione forte e grazie ancora per sorpresa.....
    p.s.: ma come si fa a ritoccare le immagini in quel modo?

    RispondiElimina
  13. Daniela: grazie mille

    Federica: grazie; a proposito: non l'ho scritto nella ricetta, ma indovina che farina ho usato ? :)

    manuela e silvia: bella e gustosa anche la vostra ricetta, invece. Adesso che i pizzoccheri me li so fare, penso che proverò diverse varianti alla versione classica, ovviamente la vostra per prima :)

    RispondiElimina
  14. meravigliosi... unici... uno dei miei primi preferiti!!! Io li adoro anche con le coste invece della verza!!! ma sono buoni comunque!!! bacioni

    RispondiElimina
  15. Mara: è stato un piacere, anche se mi scoccia non essere riuscito a creare, con il programma che uso di solito, l'ombra in prospettiva come la volevo.
    A proposito, per il fotoritocco io uso GIMP, un programma open source scaricabile gratuitamente e dotato di un sacco di funzionalità.
    Prima o poi farò una serie di articoli su come usarlo, perchè anche senza piratare programmi più blasonati, il mondo del free software offre prodotti eccezionali.
    Picasa, che tu hai citato, io l'uso solo per l'archiviazione.
    Ti passo la foto originale in email.

    colombina: grazie, in effetti con le coste sono più leggeri, ma io alle verze non so resistere... vedessi cosa mi son preparato oggi, non lo pubblico per vergogna ;)

    RispondiElimina
  16. li ho provati una volta e non li dimentico più! quasi quasi ci provo!
    grazie

    RispondiElimina
  17. pinar sono proprio buoni, fanno tanto... montanaro, ma son proprio buoni.

    RispondiElimina
  18. ciao Albertone sono stato a Merano ed ho mangiato i pizzoccheri 2 anni fa' eran buoni adsso li faccio fare a casa giu' a lecce grz michele

    RispondiElimina
  19. @Michele: sono daccorso, è proprio uno stupendo piatto invernale. Grazie della visita.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.