martedì 8 febbraio 2011

Spaghetti di kamut con formaggio di grotta e con crema di cavolo nero

Spaghetti di kamut con formaggio di grotta e crema di cavolo nero


"Stiamo rischiando di perderlo, dobbiamo intervenire subito..."
Sembrava il pronto soccorso di E.R., invece era la mia cucina... ma il cavolo nero che avevo per le mani andava salvato. Dopo averli dimenticati per più di una settimana nella dispensa in terrazzo, sarebbe stato davvero un peccato perdere quei due bei cespi, anche perchè  potrebbero essere gli ultimi della stagione.

Troppo maturi e morbidi per usarli in zuppe o simili, ne ho ricavato una crema concentrata con cui ho ricavato due bei piattini. Questo è il primo, semplice e veloce ma arricchito da alimenti davvero speciali.

Iniziamo dalla pasta: avevo visto la monograno Felicetti per la prima volta l'anno scorso in un contest che girava e poi in un fornaio. M'aveva subito incuriosito, e non poteva essere diversamente con il suo packaging così elegante ed essenziale lascia intendere che quel che conta è all'interno non all'esterno.

Ed in effetti non mente: questa volta ho ho trovato solo la versione al kamut che, oltre ad una cottura perfetta, per quanto io l'abbia stressato non poco, ha un sapore davvero ricco e corposo.

Spaghetto ricco, cavolo gustoso.... ci voleva proprio un formaggio speciale, come il Formaggio di Grotta delle Latterie Vicentine.


Si tratta di un formaggio fantastico, gustosissimo, dal sapore pieno, intenso, leggermente piccante. Me ne aveva parlato l'amico Domenico della Coldiretti e devo ammettere che è davvero fantastico.

Il formaggio, dopo una prima stagionatura di circa 60 gg, viene posto per almeno 5 mesi nelle Grotte del Castello a Schio. Si tratta di un rifugio scavato sotto il Castello di Schio durante la seconda guerra mondiale.

Avevo pensato inizialmente ad una fonduta, ma temevo che il suo sapore intenso coprisse gli altri, quindi ho optato per una sgranatura del formaggio: bellissimo sentire lo spaghetto avvolto dal cavolo ed ogni tanto incontrare il pezzetto di formaggio che riempie di sapore il fondo del palato...

Spaghetti di kamut con formaggio di grotta e crema di cavolo nero


Delle proprietà del cavolo nero ho parlato in diversi post, ma non ho mai parlato del formaggio.
Viene spesso bandito dalla tavola da chi vuol perdere peso per il suo contenuto in grassi, e talvolta con esso altri latticini.

Io non sono uno specialista, sono solo un blogger, quindi parto dal principio: io non amo pensare ad una dieta come una cura ma come ad una scelta di vita.
Trovo quindi impossibile immaginare di castigarmi ed infliggermi privazioni tutti i giorni... sarebbe un patimento e cercherei di sicuro il modo di sgarrare appena possibile (cosa che fanno in genere tutte le persone a dieta).

Quando preparo un piatto o creo una ricetta, penso a nutrirmi al meglio utilizzando alimenti sani, di stagione, equilibrati e bilanciati.
Ma penso anche a godere di quel che mangio, che deve soddisfarmi con la sua presentazione, gli abbinamenti ed i contrasti, la curiosità che genera, oltre ai sapori; e penso che gli articoli dallo scorso autunno lo possano testimoniare.

Detto questo, se, oltre al latte quotidiano, è consigliato mangiare 2 volte a settimana il formaggio, con porzioni di 100 gr per il formaggio fresco o di 50 gr per quello stagionato stagionato....perchè negarmelo ???
Anzi me lo gusto proprio, e visto che 50-100 gr sono pochi, cerco proprio quello più buono che c'è !!!



Prima di chiudere, vi invito a sintonizzarvi sul sito di Radio Radicchio, giovedì 10 alle ore 19:00, quando sarò ospite delle simpaticissime Eleonora e Giulia, conduttrici della trasmissione Parallelamente.


Spaghetti di kamut con formaggio di grotta e con crema di cavolo nero

Ingredienti
Per due persone
  • 160 gr di spagetti di kamut (io ho usato il Monograno Felicetti)
  • 1 cespo di cavolo nero
  • 80 grammi (circa) di formaggio di grotta (io ho usato quello delle Latterie Vicentine) o formaggio molto gustoso a pasta semidura
  • olio e.v. d'oliva
  • sale e pepe
  • bresaola (opzionale)
Preparazione

Lavate il cavolo eliminate le coste ed il torsolo e conservando solo le foglie. Mettete a cuocerle a vapore fino a quando saranno belle tenere (in pentola a pressione circa 15-20 minuti).

Tritatele grossolanamente e frullatele aggiungendo poca acqua di cottura o acqua tiepida e olio evo. Il risultato finale dovrà essere una crema piuttosto densa.

Mettete a cuocere la pasta per 3-4 minuti in acqua salata bollente, quindi passatela in una padella ampia con un goccio d'olio e acqua bollente salata fino quasi a coprirla.
Continuate la cottura aggiungendo, se necessario, acqua bollente (non fredda o bloccherebbe la cottura della pasta).

A metà cottura (dopo circa 3 minuti), aggiungete la crema di cavolo nero ed ultimare la cottura avendo cura di arrivare alla fine con una crema densa ma umida e regolando di sale alla fine.

Impiattate e cospargere con formaggio di grotta sminuzzato col coltello e pepe.

21 commenti:

  1. sai che nn ho mai provato la pasta di kamut? però che ricettina..mi piace tanto!

    RispondiElimina
  2. togliendo formaggio e bresaola sarebbe l'ideale per me!!!!!! adddddoro

    RispondiElimina
  3. la crema di cavolo nero sugli spaghetti ha conquistato anche me. che la zuppa mi piace, ma sempre sempre poi stufa:D

    RispondiElimina
  4. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  5. Sono una fanatica di tutta la famiglia dei cavoli!!! Qui in Toscana il cavolo nero è star nella zuppa.
    Complimenti
    Cris

    RispondiElimina
  6. Non ho mai mangiato questo famoso cavolo nero. Pensare che a me piacciono tutti i tipi di cavolo, ma dalle nostre parti si fa fatica a trovare quello nero toscano.
    Il formaggio di grotta e' simile a quello di fossa?

    RispondiElimina
  7. mai provata la pasta di kamut però a vedere il tuo piatto mi ha messo voglia di provarli...e complimenti a te per la tua ricetta davvero ottima..
    baci da lia

    RispondiElimina
  8. Questa pasta al kamut abbinata a questo sugo mi fa impazzire....

    RispondiElimina
  9. Adoro la pasta di Kamut ha una tenuta fantastica!! Complimenti per la ricetta davvero particolare!

    RispondiElimina
  10. Cavolicchio, sei riuscito a far sbocciare una bellissima "poesia" nel piatto...superba proposta ^_^

    RispondiElimina
  11. Un primo piatto di gran carattere.

    RispondiElimina
  12. ma che bel piatto, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  13. Ho letto che si puo' fare anche la pasta Kamut in pentola a pressione... ma pasta in pentola mi sembra un po' troppo!

    Bellissima foto!

    L

    cucinare hip!
    cucinare veloce, facile e moderno con la pentola a pressione

    RispondiElimina
  14. @Cleare anche per me era la prima volta con il kamut ;)
    davvero buona QUESTA pasta

    @Francesca la bresaola toglila pure, era solo per dare colore (sostituibile con carote affettate o rape rosse), però per il formaggio... la vedo dura... tu cosa metteresti al suo posto di altrettanto gustoso.

    @Genny sono daccordo sulla zuppa, anche se quest'anno è entrato, da protagonista o da spalla, in quasti tutte le mie zuppe; magari non con la foglia ma con le coste avanzate.
    Ci voleva qualcosa di diverso ;)

    @Ramona grazie per l'invito, passo di certo a trovarti.

    @poverimabelliebuoni e vorrei vedere che non fosse così !! I cavoli sono proprio i poverimabelliebuoni dell'orto, potrebbero mai mancare alla tavola di poverimabelliebuoni ???
    Grazie dei complimenti, a presto.

    @Passiflora grazie, diciamo che con un po' di amore e fantasia anche l'insalvabile diventa apprezzabile se non protagonista della tavola.

    @elenuccia per quanto riguarda il cavolo nero, io lo trovo da poco qui a Vicenza, anzi diciamo che quest'anno c'è stato un po' un boom, o forse sono io che ci presto più attenzione e lo vedo in molti posti. Per il formaggio, quello di grotta è simile solo per l'intensità del sapore, ma se ricordo bene com'è quello di fossa, è meno piccante, meno stagionato e quindi più morbido e più grasso.

    @ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ grazie per i complimenti, fammi sapere cosa ti sembra di questa pasta. Se poi passi per Vicenza, ti consiglio, anzi ti porto, alla pizzeria di Ignazio dove, oltre a fare fantastiche pizze, a richiesta la fanno con l'impasto di kamut :)
    un bacione

    @Francesca se ti fa impazzire allora devi provarla ;) e poi è così veloce...

    @sonia concordo pienamente sulla tenuta, davvero eccellente. grazie per i complimenti.

    @Letiziando grazie.... che idea, poesia fra i mestoli... cambio il titolo al blog ???
    Scherzo, grazie davvero, un abbraccio ed una buonissima giornata.

    @#CorradoT Graaaazie :)
    Parlando di poesia, ho letto il tuo racconto sul cibo di strada, bellissimo, meritavi davvero il primo premio. Se non ti spiace, invito tutti a darci una letta. (qui il link)


    @BARBARA grazie Barbara, davvero gentile.

    @colombina grazie mille

    @elle pee io non disdegno la pentola a pressione, che uso molto spesso. Ma per la cottura della pasta, che di suo richiede fra i 3 ed i 12 minuti... forse può andare anche il metodo tradizionale.
    Cotta poi come la propongo, "risottata" non si spreca nemmeno l'amido che, legandosi al condimento, diventa una fantastica cremettina...
    Grazie per i complimenti che ricambio per il tuo bellissimo blog. A presto.

    RispondiElimina
  15. bhè davvero complimenti per questo meraviglioso piatto e per il formaggio scelto, a bocca aperta...e anche con un filino di bava...ti mando un caro saluto

    RispondiElimina
  16. Piatto splendido che mi incuriosisce non poco... e sono pienamente d'accordo con te sulla dieta! si deve mangiare in modo corretto ogni giorno e poi pazienza se qualche volta ci si vizia un po' accontentando uno degli istinti primordiali...la gola!! quando cè vò cè vò!! ciao :-)

    RispondiElimina
  17. MERAVIGLIOSO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Bobina

    RispondiElimina
  18. Ormai aprire il tuo blog e guardare una trasmissione di ricette prelibate è la stessa cosa...se non meglio addirittura! Mi farebbe piacere se riuscissi a partecipare al mio primo contest! Se ti va di sbirciare passa da me!
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  19. @sulemaniche grazie, sei gentilissima.

    @Sara esattissimo, quanno cè vè cè vò :)

    @Bobina: grazie, a presto

    @sandramilù: ma cosa mi dici mai... ;)
    Grazie sei davvero gentile, e grazie per l'invito a partecipare al tuo contest che estendo a quanti passeranno di qua.
    Parteciperò senz'altro, e forse proprio con il primo piatto che preparerò nella nuova cucina: ieri ho cominciato a demolire la vecchia... :(

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.